venerdì 26 novembre 2010

Wild Target - Recensione


Uno spietato Killer dal cuore tenero (Billy Nighy) al quale viene affidato il compito di eliminare una sensuale truffatrice e cleptomane (Emily Blunt) ed un giovane imbranato (Rupert Grint) che suo malgrado si ritrova coinvolto in qualcosa di più grande di lui sono i protagonisti di una spassosa commedia inglese intitolata Wild Target che esce in questi giorni direttamente in dvd per il mercato italiano. Il regista Jonathan Lynn si cimenta con il remake della comedy francese del ’93 Cible Emouvante di Pierre Salvadori che all’epoca valse una nomination ai Cesar per il protagonista Guillaume Depardieu, figlio dell’attore Gerard Depardieu.



Wild Target ha una regia armoniosa e leggera in cui il maggior valore è la composizione e la direzione dell’affiatato cast: l’impeccabile Bill Nighy si trasforma in una brillante e britannicissima clonazione dell’originale Jean Rochefort, Rupert Grint una volta privato dei "poteri magici" potteriani diventa una piacevole sorpresa ma soprattutto c’è la splendida Emily Blunt, che con la sua ironia e la sua bellezza diventa la colonna portante del film.



Inutile dire che nel doppiaggio italiano si perdono molte sfumature quindi è consigliabile vederlo in versione originale magari sottotitolato in italiano.

2 commenti:

  1. Evvai corvetto! Trailer super divertente! e lei è stilosissima!!
    che ridereee

    RispondiElimina