mercoledì 30 maggio 2012

ZOOMIT / GRAN FINALE CANNES 2012


Forse sarà stata l'euforia o lo champagne abusato in una settimana di festival, ma durante l'ultimo giorno di Croisette abbiamo avuto modo di osservare abiti per tutti i gusti...

Diane Kruger in Dior Coiture voleva essere la regina e ci è riuscita, con un abito coraggioso ed elegantissimo.

Nicole Kidman sceglie un abito Ralph Lauren eccezionale ma che purtroppo sottovaluta le sue forme.


I prossimi due abiti sono l'esempio perfetto di come lo stesso colore possa imbruttire come impreziosire un'attrice: premettendo che a noi Cornacchie la Stewart non ci è mai piaciuta (la sua unica fortuna è stata quella di essere al posto giusto, nel momento giusto e con il partner giusto), con questa scelta non possiamo che sottolineare il suo cattivo gusto. E' mediocre, inespressiva e si confonde con il tappeto.


Invece incredibilmente Natasha Poly indossando un Cavalli della stessa tonalità è a dir poco uno schianto.

Tanto di cappello ai 54 anni di Andie McDowell in Armani che non sfigura affatto affianco a sua figlia Sarah in un verde frizzante Elie Saab.


Kyle Minogue promossa con la morbidezza elegante del suo Cavalli nonostante non sembri disinvolta come lo è di solito sul palco.


Sarà la forma tipica utilizzata dalle star degli anni 30, ma questo vestito Elie Saab indossato da Doutzen Kroes è qualcosa di incantevole e super glamour.


Reese Whitherspoon super incinta ha più charme ed eleganza che di molte starlette taglia 40 viste al Festival. Merito anche del blu Versace che indossa? Menzione speciale per aver avuto coraggio di indossare dei plateau tacco 12.


Le Cornacchie amano lo stile vintage anni 50' riutilizzato da Prada per questo abito indossato da Audrey Tatou ma, la prima regola del red carpet, cara la mia Ameliè è che si usa il lungo.


Con Robert Pattinson e Kristen Stewart presenti quest'anno non poteva mancare lo stile vampiresco proposto da Alexander McQueen con risultati a dir poco catastrofici. Peccato perchè Sonam Kapoor è una donna affascinante e diversa dalle bellezze occidentali a cui siamo abituati.


Laura Morante dopo la serata sarà tornata nelle cucine di qualche nobile possedimento dell'800.


Qualcuno si è dimenticato di dire a Kelly Brooks che il Cirque Du Soleil partiva il giorno prima.
O che il Cirque Du Soleil l'abbia dimenticata apposta?


Matteo Garrone è uno dei migliori prodotti d'esportazione, ma allora perchè è accompagnato da questa moglie con abito preso a Porta Portese e tatuaggio vistoso fatto in una remota adolescenza che non fa che accentuare la sua indubbia provincialità?


Elegantissima anche senza troppo decoltè l'orientale Li Bingbing (...) in Gucci color petrolio.


Virgine Efira se si presentava in lingerie l'effetto sarebbe stato lo stesso, anche senza scomodare Elie Saab.

Effetto tornado per Mouna Ayoub che addirittura usa un abito da sposa Gaultiter. Se è contenta lei...

3 commenti:

  1. Un post geniale, di quelli che solo cinecornacchia sa fare. Ho sganasciato assaie!!
    brava!!

    RispondiElimina